ANAPIA Nazionale

  /  News   /  Lavoro   /  Riaperta ammissione istanze 2021 del Fondo Nuove Competenze

Riaperta ammissione istanze 2021 del Fondo Nuove Competenze

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, ha dichiarato che “Con il decreto che rifinanzia il Fondo Nuove Competenze nel 2022, per oltre 600 milioni di euro, ribadiamo come la formazione sia fondamentale nel mondo del lavoro, per affrontare le trasformazioni dell’economia e garantire un lavoro di qualità”.

Il decreto n. 27 del 2022

L’ANPAL, con il decreto n. 27 del 2022 ha riaperto l’istruttoria e la valutazione delle istanze di accesso al Fondo Nuove Competenze che sono state presentate entro il 30 giugno 2021 e per le domande presentate prima del 31 maggio, ma rimaste sospese con richieste di integrazioni.

Fondo Nuove Competenze

Il Fondo Nuove Competenze, istituito ai sensi dell’art. 88, c. 1 del Decreto Rilancio (D.L. 34/2020, convertito in legge, con modificazioni, dalla Legge 77/2020), e recepito tramite Decreto del Ministero del Lavoro (D.I. 9 ottobre 2020 che ha dettato primi criteri applicativi e d’impiego delle risorse finanziarie stanziate) sostiene le imprese che, a seguito dell’emergenza Covid-19, decidono di investire nella formazione e nella riqualificazione personale dei lavoratori dipendenti per agevolare la graduale ripresa dell’attività lavorativa. L’istituzione del Fondo costituisce una misura di politica attiva mirante a sostenere l’impresa ad adeguarsi a modelli organizzativi e produttivi inediti e determinati dall’emergenza epidemiologica (art. 1, c. 1 del D.I. 9 ottobre 2020) e innalzare il livello del capitale umano nel mercato del lavoro, dando la possibilità ai lavoratori di acquisire nuove o maggiori competenze professionali, perché siano in tal modo agevolati i processi di adattamento alle nuove condizioni del mercato del lavoro e incrementata l’occupabilità del lavoratore (art. 3, c. 2 del D.I. 9 ottobre 2020).

Il FNC è una delle misure più interessanti introdotte durante l’emergenza Covid, per contrastare gli effetti economici della pandemia e tutelare il mondo del lavoro: un’occasione che ha permesso alle aziende di risparmiare sul costo del lavoro e al tempo stesso di arricchire le competenze dei lavoratori.

Cosa accadrà?

FNC

Dopo le 6.710 aziende finanziate nel 2021, avranno accesso al fondo ulteriori 7.513 nuove aziende che coinvolgeranno circa 333 mila lavoratori.
Vediamo, infatti, che la copertura finanziaria riguarderà circa 500 milioni di euro dalle risorse React-Eu confluite nel Programma operativo Spao (Sistemi per le politiche attive del lavoro); 100 milioni dal bilancio dello Stato (come previsto dall’art. 10-bis del decreto Fiscale); 30 milioni dalle economie derivanti da rinunce e minori rendicontazioni dei contributi già riconosciuti.

Inoltre, l’ANPAL comunica che nei prossimi mesi sarà adottato un decreto interministeriale e sarà emanato un nuovo avviso per la presentazione di nuove istanze a valere sull’ulteriore miliardo di euro disponibile in base alla programmazione delle risorse React-Eu, per ampliare l’utilità del FNC sia per le aziende sia per i lavoratori in integrazione con il Programma GOL, uno degli interventi del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell’ambito del PNRR.

Marianna Zito

Leave a comment

User registration

You don't have permission to register

Reset Password