ANAPIA Nazionale

  /  News   /  Formazione   /  ANAPIA VA A BRUXELLES

ANAPIA VA A BRUXELLES

Tempo di lettura: 2 minuti

Il viaggio studio che ANAPIA ETS si appresta a fare a Bruxelles, con i responsabili territoriali, dal 29 al 31 maggio, sarà l’occasione per incontrare diverse organizzazioni di ampio interesse per il mondo della formazione e della scuola.
La missione è organizzata all’interno dei progetti di promozione dell’Innovazione dei Processi Formativi finanziati dalla Legge 40, ed è pensata per creare un continuum del nostro percorso strutturale, attraverso la proposta di attività di formazione che rappresentino “una scelta strategica per il futuro”.
“ANAPIA in Europa” è, quindi, il proseguimento di un servizio sull’innovazione di processo e va a coronare il percorso di avvicinamento dei nostri associati alle tematiche europee; infatti, la missione è stata preceduta da una serie di incontri formativi, a cui hanno partecipato i nostri collaboratori provenienti da tutte le regioni d’Italia.

Quali sono gli obiettivi di ANAPIA ETS per questa missione?

Come descritto dalla relazione per la Legge 40, miriamo a “essere sempre più competitivi sul mercato”, grazie a “un costante percorso di crescita e miglioramento delle risorse interne” e, pertanto, si ritiene necessario “assicurare il miglior utilizzo degli strumenti europei per lo sviluppo, quali il quadro europeo delle qualifiche, il sistema europeo di accumulazione e trasferimento dei crediti (ECTS), Europass e la classificazione europea di abilità/competenze, qualifiche e occupazioni (ESCO), facilitare il riconoscimento reciproco automatico delle qualifiche e dei risultati dei periodi di studio all’estero, consentire ai discenti di utilizzare le varie caratteristiche di Europass (ad es. registrare l’esperienza, le competenze e le qualifiche in un profilo online utile per l’orientamento professionale e l’esperienza di mobilità, ottenere credenziali con firma digitale, ricevere suggerimenti e cercare opportunità di apprendimento e di lavoro, qualifiche …)”.

È fondamentale, quindi, formare e preparare il personale al cambiamento, a un miglioramento continuo, perché è questo che permette “di vincere le sfide poste dalla continua evoluzione dei mercati, delle tecnologie e del contesto normativo”.
Inoltre, si ritiene importante e necessario “sviluppare i servizi di Progettazione su Bandi Europei” per attivare ulteriori prestazioni, quali le analisi dei bisogni formativi, la definizione delle metodologie, la predisposizione degli strumenti formativi, l’erogazione del percorso formativo, un piano di fattibilità tecnico e finanziario e, infine la verifica del percorso formativo.

Cosa farà ANAPIA ETS a Bruxelles?

Incontreremo la Presidenza dell’EPSI, un’organizzazione di networking, focalizzata sull’innovazione nello sport e in tutti i settori che vi fanno riferimento, con cui faremo visita alla Commissione Europea per capirne in primis il funzionamento.

Gli argomenti trattati su richiesta di ANAPIA ETS saranno:

OCCUPAZIONE, AFFARI SOCIALI E INCLUSIONE – “Competenze e qualifiche”
Con particolare attenzione all’Agenda Europea per le competenze (European Skills Agenda)
EDUCAZIONE, FORMAZIONE E GIOVENTÙ
Con particolare attenzione alla strategia europea per la gioventù
SPORT PER LA COESIONE COMUNITARIA E L’INCLUSIONE SOCIALE
Con particolare interesse alle politiche trasversali
TURISMO
Con particolare interesse per le transizioni del turismo europeo (The transition of EU tourism).

Si terrà, inoltre, un incontro presso CESE – Comitato Economico e Sociale, organo consultivo dell’UE, che comprende rappresentanti delle organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro e di altri gruppi d’interesse e che offre la possibilità di esprimere formalmente un’opinione sulle proposte legislative dell’UE.

Leave a comment

User registration

You don't have permission to register

Reset Password