ANAPIA Nazionale

  /  News   /  Lavoro   /  “Un impegno contro la violenza”, educare i più giovani alla coscienza civica

“Un impegno contro la violenza”, educare i più giovani alla coscienza civica

Tempo di lettura: 2 minuti

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Il 25 novembre è stata la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, una ricorrenza istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con la risoluzione n. 54/134 del 17 dicembre 1999. È questa la data scelta dall’ONU per invitare tutti gli Stati a impegnarsi nell’organizzazione di attività di sensibilizzazione su questo tema, soprattutto all’interno dei contesti didattici ed educativi

Secondo l’articolo 1 della “Dichiarazione sull’eliminazione della violenza contro le donne”, emanata dall’Assemblea Generale con la risoluzione n.48/104 del 20 dicembre 1993, la violenza contro le donne è “ogni atto di violenza fondata sul genere che abbia come risultato, o che possa probabilmente avere come risultato, un danno o una sofferenza fisica, sessuale o psicologica per le donne, incluse le minacce di tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, che avvenga nella vita pubblica o privata”. Nel 2011 il Consiglio d’Europa ha inoltre adottato la Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica. L’articolo 14 della Convenzione riconosce alla scuola un ruolo centrale nella prevenzione di questi fenomeni.

Educare i giovani alla coscienza civica

È importante e necessario insegnare soprattutto ai più giovani che ogni tipo di abuso è “una violazione dei diritti umani, un impedimento del principio di uguaglianza e un ostacolo alla formazione di una coscienza personale e sociale fondata sul rispetto della persona umana”. Per questo motivo l’istituzione scolastica italiana “è costantemente impegnata nella promozione e nella realizzazione di attività volte al superamento dei pregiudizi, al contrasto di ogni forma di violenza e di discriminazione, con l’intento di co-educare le nuove generazioni alla cultura del rispetto, ricercando la promozione della personalità umana di ciascuno”.

“Un impegno contro la violenza”

A tal proposito anche il nostro Istituto il 23 novembre scorso ha partecipato alla video conferenza “Un impegno contro la violenza” organizzata dal Comando Militare della Capitale. L’evento è stato moderato dalla Capo Redattrice del TG2 Mariarita Grieco, Capo Redattrice del TG2 con gli interventi in diretta o pre-registrati di diversi relatori, quali il Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, Comandante Militare della Capitale; la Senatrice Valeria Valente, presidente Commissione femminicidio al Senato; la Senatrice Valeria Fedeli, componente della Commissione Vigilanza RAI; il Dottor Maurizio Block, Procuratore Generale Militare presso la Suprema Corte di Cassazione; il Ten. Col. Rosa Vinciguerra, Capo Sezione Politiche di genere e Gender advisor SMD; la Dott.ssa Virginia Ciavarolo, psicoterapeuta, criminologa; il Dottor Stefano Ciccone, Associazione Maschile Plurale.
L’obiettivo è quello di sensibilizzare, riflettere, prevenire e contrastare ogni forma di violenza e di discriminazione, anche in linea con le finalità della Campagna UNiTE 2021 del Segretario generale delle Nazioni Unite dal titolo “Orange the World: End violence against women now!”.

Inoltre, il Ministero dell’Istruzione ha messo a disposizione la piattaforma www.noisiamopari.it, in cui sono raccolti strumenti informativi, di scambio e di supporto, nonché le esperienze delle scuole sul tema delle pari opportunità.

Marianna Zito

Leave a comment

User registration

You don't have permission to register

Reset Password