ANAPIA Nazionale

  /  News   /  ANAPIA Sardegna: legge 40 progetto Alta Baronia

ANAPIA Sardegna: legge 40 progetto Alta Baronia

Tempo di lettura: 2 minuti

E’ in partenza nel mese di Maggio, la fase attuativa dell’innovativo progetto ALTA BARONIA (Area Nord Orientale della Provincia di Nuoro) fortemente voluto da  ANAPIA Nazionale e finanziato dalla legge 40,  per supportare lo sviluppo socio economico delle aree con forti problematiche di occupazione.

Le Aree Interne della Sardegna sono un tipico esempio di territori con una grande vocazione turistica Paesaggistica/Naturalistica, ancora non utilizzata per creare valore aggiunto sul territorio.

ANAPIA SARDEGNA, agenzia regionale della rete ANAPIA coordinerà il progetto che si pone l’obiettivo di aiutare lo sviluppo dal basso di una Destinazione turistica attrattiva per il turismo rurale e paesaggistico al fine di incrementare la destagionalizzazione dell’offerta e della domanda turistica, condizione sine qua non per sviluppare un’occupazione stabile nel settore turistico ricettivo. 

Il gruppo di lavoro si costituisce di competenze espressione di ANAPIA Sardegna, presieduta e diretta da Luciano Serpillo, di ANAPIA Nazionale – presieduta da Mario Serpillo e diretta da Domenico Nobile – e dell’aiuto dell’expertise di Giovanni Cutini A.D. di Slow&Deep, società di consulenza con una pluriennale esperienza in progetti di marketing territoriale.

Dopo che il gruppo di lavoro, nel 2022, ha mappato e selezionato tutte le emergenze turistiche del territorio dell’Alta Baronia e informato e coinvolto tutti gli attori imprenditoriali e istituzionali, inizia adesso la fase di analisi dell’offerta formativa locale per il settore turistico, incontrando tutti gli attori della Formazione Istituzionale e di quella Privata. Successivamente, si progetterà un sistema di raccolta di informazioni occupazionali puntuali e aggregato sul territorio, volto a favorire l’incrocio tra domanda e offerta lavorativa, vero punto critico in tutti i micro territori italiani.

Sempre nel 2023, parallelamente alle due azioni sopra descritte, si inizierà ad agire anche sulla progettazione partecipata di un pacchetto turistico; l’output atteso è un prodotto turistico funzionale a destagionalizzare il flusso turistico, attraverso lo sviluppo di nuove fruizioni turistiche per nuove tipologie di turismi.

La destagionalizzazione e la sostenibilità turistica, unite all’incremento dell’occupazione sul territorio, saranno quindi gli obiettivi al centro di queste azioni. Il progetto coinvolge strategicamente, innanzitutto, il settore Agricolo e quello Turistico e prevede la realizzazione di attività formative e di trasferimento del know how direttamente sul territorio. 

La rigenerazione della Comunità e l’assunzione della stessa della funzione educativa, in particolare verso i propri giovani abitanti, permetterà di coinvolgere i ragazzi e le ragazze attraverso Domande generative e Percorsi di Formazione Continua.

La Redazione

Leave a comment

User registration

You don't have permission to register

Reset Password