ANAPIA Nazionale

  /  News   /  Formazione   /  Le nuove competenze professionali

Le nuove competenze professionali

Tempo di lettura: 2 minuti

Essere competenti

“Essere competenti” è svolgere in modo adeguato una precisa attività fino a raggiungere gli obiettivi preposti. È un’evoluzione individuale legata alle esperienze che si fanno nel corso della vita, a partire dalle relazioni e dal modo di comunicare con chi ci circonda, al contesto e all’ambiente in cui viviamo, che permettono innanzitutto la conoscenza di sé e l’ampliamento della propria visione del mondo. La competenza fatta sia dalla concezione di sé sia da conoscenze e capacità è una caratteristica della persona che durerà nel tempo e che permetterà di avere determinati comportamenti nell’affrontare la realtà e nella vita lavorativa. Con questa autorealizzazione, soprattutto da un punto di vista lavorativo, si stabiliscono le basi per innescare i meccanismi economici che appartengono alle comunità.

Realizzazione e cittadinanza attiva

Di ampia rilevanza sono gli otto ambiti di competenze chiave per l’apprendimento permanente formulate dal Consiglio dell’Unione Europea il 22 maggio del 2018 “per la realizzazione e lo sviluppo di ogni persona, per la cittadinanza attiva, l’inclusione sociale e l’occupazione” e le soft skills, ovvero le competenze trasversali per lo svolgimento di un lavoro specifico e ottenute tramite dei percorsi formativi o il percorso lavorativo dell’individuo, come l’autonomia, la fiducia, la resistenza allo stress, problem solving, lavoro di gruppo; quindi la capacità di interagire e lavorare con gli altri attraverso un pensiero critico, consapevolezza e creatività che si uniscono alle hard skills, ovvero le competenze tecniche e disciplinari.
Esistono, inoltre, le competenze organizzative distintive, ovvero il sapere collettivo dell’organizzazione che si sviluppa col passare del tempo. Ed è proprio lo sviluppo delle competenze a far sì che ogni lavoratore possa sopravvivere ai cambiamenti legati ai tempi che corrono, soprattutto se pensiamo a tutte le evoluzioni e alle nuove professioni legate al mondo digitale, soprattutto dopo il periodo pandemico. Le aziende sono sempre di più alla ricerca di personale e professionisti con nuove competenze, soprattutto nel settore digitale e informatico: sviluppatore web, web designer, cyber security, data analysis e gestione marketing; quindi la selezione principale è sulle hard skills per avere le immediate capacità di andare a pari passo con la digital transformation.

Pekit e Pekit Expert

A tal proposito l’Istituto Cartesio ha organizzato per i suoi studenti e le sue studentesse il corso per ottenere la certificazione informatica Pekit e Pekit Expert, considerato che la competenza digitale è una delle competenze chiave che ogni cittadino dovrebbe poter vantare nel proprio curriculum. La competenza digitale consiste nel saper utilizzare con dimestichezza e spirito critico le TSI (Tecnologie della Società dell’Informazione) per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione. Il progetto di certificazione PEKIT Expert (certificazione, riconosciuta dal M.I.U.R e valida per accertare le competenze nell’utilizzo del PC e del Web) è basato su un approccio graduale delle competenze, percorso attraverso 4 fasi corrispondenti ad altrettanti stadi di conoscenza. In virtù del suo approccio graduale, il percorso si presta ad essere rivolto a tutte le fasce di utenza, dai ragazzi della scuola primaria fino agli adulti e agli anziani. Istituto Cartesio, in collaborazione con Anapia Lazio, offre ai propri studenti un corso di preparazione di 30h per acquisire le competenze informatiche di base e poter conseguire la certificazione informatica Pekit Expert. I corsisti potranno, terminato il corso, svolgere gli esami per conseguire la certificazione nella sede della scuola.

Marianna Zito

Leave a comment

User registration

You don't have permission to register

Reset Password